martedì 5 giugno 2007


Ieri sera un altro acquazzone. Questa volta però ci siam bloccate in coda, una specie poco consistente di marmellata di traffico. Ascoltiamo Vassilissa e la baba Jaga, una fiaba russa. Io guardo nello specchietto retrovisore e chi vedo? Eio. Lui, davvero. Non ho voglia di fare la coda. Neanche Eio, presumo, ché svolta per un'altra direzione. Quella mossa io la penso furba, dunque lo seguo, Eio di certo fa una SCORCIATOIA, inganna la coda, mi dico. Ci ritroviamo in un'altra coda, ma più fluida eh, della precedente, Eio davanti, noi dietro. Vassillissa è finita, adesso le bimbe giocano. Io tiro fuori la mia piccola nikon e fotografo l'auto di Eio, mi metto un po' di burrocacao, penso a quale mirabolante post scriverà Eio, con tutto 'sto tempo da far passare.
Oggi mi son detta, ti è andata bene va, che se
Eio andava al mare invece che a Cuneo...

3 commenti:

Karim Gorjux ha detto...

Mi aspettavo di leggere "eio" persino sulla targa.

Bloggointestinale ha detto...

dio all'inizio mi sembrava una multipla. che scioc!

eiochemipensavo ha detto...

oh, a me la multipla piace un sacco!
la mia è una multipletta wannabe ;)